Questo sito utilizza cookie, tra cui cookie analytics di terze parti per l’analisi delle statistiche di traffico ai fini dell’ottimizzazione del sito. Proseguendo la navigazione nel sito si acconsente al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. Per maggiori informazioni consultare l’informativa estesa.

Iniziative dell'INPS per abbassare l'emissione di sostanze inquinanti e migliorare la gestione dei materiali di cancelleria

Rilanciata all'INPS la passione e la sensibilità ambientale.
L'Istituto Nazionale della Previdenza Sociale e l'Associazione Nazionale Tutela Energia Rinnovabili hanno illustrato alcune iniziative di promozione e salvaguardia della sostenibilità ambientale.
Intanto le più visibili, le nuove auto elettriche, che hanno sostituito le più inquinanti, poste in bellamostra nella centralissima piazza Colonna, proprio mentre il presidente dell'INPS Tito Boeri apriva l'incontro, a cui hanno partecipato, fra gli altri, i rappresentanti dell'Istituto.
Istituto che ha stretto una collaborazione anche con l'ENEA, prima Ente ora Agenzia, ma sempre impegnata nell'approfondimento scientifico e realizzativo in tema di energia e ambiente, per alcuni incontri di formazione dei propri energy manager organizzati uno per ogni regione della nostra penisola.
Il rinnovo del parco-auto consentirà un risparmio complessivo di almeno il 30% e, soprattutto, sarà evitata nell'aria delle città italiane l'immissione delle micidiali sostanze inquinanti.
Le iniziative sono state illustrate anche con il contributo dell'ANTER, l'Associazione Nazionale
Tutela Energia Rinnovabili, rappresentata dal presidente Antonio Rainone e da Sophie Stallini, responsabile dei Rapporti Istituzionali.
Sottolineati i vantaggi che arrivano dal Green Public Procurement, supporto alle politiche per la sostenibilità ambientale per gli enti pubblici.
L'INPS, fra l'altro, ha iniziato ad applicare un nuovo sistema per il recupero e lo smaltimento dei materiali utilizzati, ha aderito alle convenzioni della CONSIP per il necessario di cancelleria e delle apparecchiature, come le fotocopiatrici e le stampanti.
Stimati risparmi sui 65 mila euro per la riduzione delle stampanti.
Ipotizzata una riassegnazione di 3.738 apparecchiature con un risparmio di quasi il 10% dei consumi, toner compreso.
Riorganizzazione geografica per l'acquisto con il coinvolgimento diretto delle micro, piccole e medie imprese locali e per l'approvvigionamento delle scorte
da magazzino e depositi, anche attraverso le indicazioni del SUE, il Servizio Unico di Economato.
Il miglioramento dell'efficienza interna per contenere il consumo di carta, cancelleria e toner dalla Direzione Generale sarà esteso in ogni punto periferico del territorio nazionale.
Gli esperti prevedono che con una redistribuzione maggiormente adeguata il risparmio economico possa essere anche del 50%.
È scesa la spesa per le auto alimentate a benzina e a gasolio sia nel numero, dalle 28 del 2014 alle 18 del 2018, che nei consumi.
Il pacchetto completo, fra noleggio e carburanti, è passato dagli oltre 161 mila euro del 2014 ai 111 mila e 700 euro dell'ultima rilevazione.
Fino al 2013, prima della decisione di frenare le spese per le auto da parte delle strutture pubbliche, l'esborso era di euro 326.447,67.
Nel 2017, al di là delle 18 auto, per noleggio e carburanti le spese sono paracadutate a quota 110.956,04 euro.
La previsione per il prossimo periodo, 2018-2021, dovrebbe precipitare a euro 79.755,98 con un risparmio complessivo, utilizzando auto elettriche, ibride e alimentate a metano e benzina verde, di almeno 90 mila euro.
Nel corso dell'appuntamento di Palazzo Wedekind, 'Ecosostenibilità, l'impegno comune di INPS e ANTER', sono stati ricordati gli interventi migliorativi di efficienza energetica su alcuni immobili, fra cui a Camogli, nella Casa di Riposo per la Gente di Mare; a Genova, alla Direzione Provinciale. A Sestri Ponente è stato realizzato un giardino verticale su un edificio di proprietà dell'Istituto.
ANTER, invece, ha promosso 'SalviAmo il respiro della Terra'. Nel 2016 in mille piazze e l'anno dopo presente a Bologna al G7 sull'Ambiente. Quest'anno il tour toccherà dall'8 al 10 maggio rispettivamente Parma, Salerno e Roma con il coinvolgimento anche dei giovani studenti per "un unico respiro".

Pin It