Questo sito utilizza cookie, tra cui cookie analytics di terze parti per l’analisi delle statistiche di traffico ai fini dell’ottimizzazione del sito. Proseguendo la navigazione nel sito si acconsente al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. Per maggiori informazioni consultare l’informativa estesa.

Nel giorno del 54^ compleanno del fondatore di FocusRoma, un ricordo di Gabriella Galeazzi

 

Grazie
 
di Gabriella Galeazzi


 
Caro Nicola,
 
se c'è una parola che si ha difficoltà a dire e ad accettare, è la parola "Grazie". Perché questa parola presuppone complicità e confidenza, dimostra fiducia ed umiltà nei confronti di qualcuno.
 
Forse io, per timidezza ed un certo grado di riservatezza, non sempre ti ho ringraziato come avrei voluto. Anche se so che a te bastava una mia occhiata per capire.
 
Voglio fare ammenda di tutti i "Grazie" che non ti ho detto a parole: grazie per esserci stato nella mia vita, grazie per le tue feste "casinare" (a cui partecipavo solo indirettamente, attraverso i racconti che me ne facevano Luca, Fabrizio e Stefano), grazie per i consigli che mi hai dato, grazie per le discussioni sulla musica jazz e sul cinema, grazie per tutti i San Valentino in cui ricevevo (insieme alle altre tue amiche) una e-mail con gli auguri, grazie per avermi invitato a vedere le partite da te (anche se ero dell'INTER).
 
Grazie perché, attraverso te, ho conosciuto tuo padre, Manuela, Antonio ed i tuoi nipoti. Veramente una bella famiglia, che sentivo (e sento) anche un po' mia.
 
Grazie anche per i tuoi amici, che non esitavi a condividere con gli altri: grazie anche per questo.
 
Grazie anche per tanto altro, che qui non sto a dire.
 
Buon Compleanno, Nicola ...
 
E, come al solito, ti aspetto e mi manchi

Pin It