Questo sito utilizza cookie, tra cui cookie analytics di terze parti per l’analisi delle statistiche di traffico ai fini dell’ottimizzazione del sito. Proseguendo la navigazione nel sito si acconsente al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. Per maggiori informazioni consultare l’informativa estesa.

Il pensiero di Gabriella Galeazzi in ricordo di Nicola Navazio nell'ottavo anniversario della sua scomparsa.

Lettera dalla confusione

di Gabriella Galeazzi

Caro Nicola,

in questo momento per me di disordine e di confusione, voglio cercare di mettere in ordine alcuni pensieri e lo voglio fare con il tuo aiuto.

Ricordo che una delle tue grandi lezioni di vita era "sorridere" nonostante ci fossero, a volte, ben pochi motivi per poterlo fare.

"La vita è bella" mi dicevi "e bisogna godersela fino all'ultimo respiro, all'ultimo sguardo, all'ultima carezza. Per cui, guardiamoci attorno e facciamo un'analisi veloce delle cose belle che non riusciamo a vedere ma sappiamo esserci nella nostra vita".

Se faccio un calcolo e sommo tutto devo darti ragione. E' facile cedere alla malinconia, caro Nik, ma voglio avere sempre bene in mente certi tuoi sorrisi ed essere positiva.

"A Streghetta, fatte forza ! Ci sono ancora io nella tua vita". A Nicò, come sempre hai ragione. E, come sempre, ti aspetto e mi manchi tanto tanto.

Pin It